Conto Termico 2.0

Feb 18, 2019 - by So.g.en.it

Con il nuovo Conto Termico 2.0 è oggi possibile ricevere un incentivo che copre fino al 65% della spesa sostenuta (per i privati) per l’acquisto di:

- caldaie, stufe e termocamini a biomassa;
- pompe di calore elettriche;
- sistemi ibridi;
- collettori solari termici.

L’incentivo viene corrisposto dal GSE direttamente sul conto corrente del beneficiario entro 2 mesi dalla dichiarazione di fine lavori per importi fino a 5.000 €.

COS’È IL CONTO TERMICO 2.0?

Il Conto Termico 2.0, è entrato in vigore dal 31 maggio 2016, potenzia e semplifica il meccanismo di sostegno già introdotto dai precedenti decreti negli anni passati.
Esso incentiva interventi per l’incremento dell’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

NOVITÀ INTRODOTTE DAL CONTO TERMICO 2.0?

Innalzamento del limite per l’erogazione del contributo in un’unica rata (dai precedenti 600 € agli attuali 5.000 €), la riduzione dei tempi di pagamento che, nel nuovo meccanismo, passano da 6 a 2 mesi.
Il contributo economico (fino al 65% del costo dell’intervento) previsto dal decreto, viene accreditato direttamente sul conto corrente del beneficiario dal GSE (Gestore dei Servizi Energetici).

CHI PUÒ ACCEDERE AL NUOVO CONTO TERMICO 2.0?

Le Amministrazioni Pubbliche, relativamente alla realizzazione di uno o più interventi.
I soggetti privati, relativamente alla realizzazione di uno o più interventi.

QUALI SONO GLI INTERVENTI INCENTIVABILI?

Per i soggetti privati, gli interventi incentivabili sono i seguenti:
- Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale utilizzanti pompe di calore elettriche o a gas di nuova generazione;
- Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti a biomassa, a gasolio o a carbone, con generatori alimentati a fonti rinnovabili: caldaie, stufe e termocamini a biomassa;
- Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti, con impianti di climatizzazione costituiti da sistemi ibridi a pompe di calore;
- Sostituzione di scaldacqua elettrici (Boiler elettrici) con scaldacqua a pompa di calore;
- Installazione di collettori solari termici (pannelli solari per la produzione di ACS), con superficie solare lorda inferiore o uguale a 50 mq.

Per le Pubbliche Amministrazioni sono inoltre incentivabili:
- Isolamento termico di superfici opache;
- Sostituzione di chiusure trasparenti;
- Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti con generatori di calore a condensazione;
- Installazione di sistemi di schermatura e/o ombreggiamento;
- Trasformazione degli edifici esistenti in “edifici a energia quasi zero” (NZEB – near zero energy building);
- Sostituzione dei sistemi per l’illuminazione di interni e delle pertinenze esterne degli edifici esistenti con sistemi efficienti di illuminazione;
- Installazione di tecnologie di gestione e controllo automatico (BAMS – building automation and control system) degli impianti termici ed elettrici degli edifici.

INCENTIVI A DISPOSIZIONE

Sono a disposizione 200 milioni di Euro per la Pubblica Amministrazione, mentre per i soggetti privati i soldi a disposizione sono ben 700 milioni di Euro.

CONTATTACI SUBITO PER AVERE UN IL TUO INCENTIVO